Capital strike

DEFINIZIONE di "Strike Capital"

Un rifiuto delle imprese di investire in un particolare settore dell'economia o dell'economia nel suo complesso. Un colpo di capitali può essere paragonato ad uno sciopero del lavoro, in cui la forza lavoro si rifiuta di lavorare a meno che non soddisfino le sue esigenze. Nel caso di un colpo di capitali, le imprese rifiutano di fornire capitali per la crescita economica. A differenza di uno sciopero del lavoro, tuttavia, uno sciopero di capitali non richiede l'organizzazione di società per poter verificarsi.

In generale, un aumento della domanda aggregata di beni e servizi dovrebbe indurre le imprese a assumere più lavoratori, creare più inventario e aumentare la capacità. Un colpo di capitali potrebbe risultare quando le istituzioni finanziarie e altre società non fanno queste cose. In questo senso, nonostante la crescente richiesta di individui, le aziende non investono.

Diverse teorie esistono per l'esistenza di un colpo di capitali. Una teoria suggerisce che gli individui ricchi e le aziende possono trattenere capitali dall'economia per costringere il governo a modificare regolamenti, tasse o altre legislazioni.

Un'altra teoria suggerisce che le società valutino le condizioni economiche per determinare se l'utilizzo del capitale comporterà un ritorno positivo. Se i dirigenti aziendali ritengono che il ritorno sull'investimento sia negativo o inesistente, non assumere più lavoratori, prestare fondi o costruire fabbriche. Se abbastanza aziende credono che l'impiego del capitale oggi offrirà rendimenti poveri, una notevole quantità di capitale non raggiungerà il mercato più ampio.