Regola costruttiva di vendita - sezione 1259

DEFINIZIONE della "Regola di Costruzione Costruttiva - Sezione 1259"

Una sezione del Codice delle Entrate Interne che espande le tipologie di operazioni che sono considerate vendite e sono soggette ad imposta sulle plusvalenze. Secondo questa regola, le operazioni che effettivamente assumono una posizione di compensazione ad una posizione già posseduta sono considerate vendite costruttive. Lo scopo della regolamentazione costruttiva è quello di impedire agli investitori di bloccare gli utili di investimento senza pagare guadagni di capitale e limitare la loro capacità di trasferire guadagni da un periodo fiscale all'altro.

Questa regola è la sezione 1259 del Codice. Viene anche definito "Trattamento costruttivo di vendita per le posizioni finanziarie apprezzate".

Questa regola è stata introdotta dal Congresso nel 1997. Le transazioni considerate come vendite costruttive includono la vendita di vendite corte rispetto a posizioni simili o identiche (noti come "vendite corte contro la scatola" ) e stipulare contratti futures o contratti a termine che richiedono la consegna di un bene già detenuto.

Esistono alcune eccezioni alla regola che rimuove la necessità di pagare guadagni in conto capitale. Ad esempio, se l'operazione è chiusa prima di trenta giorni dopo la fine dell'anno in cui il guadagno è stato raggiunto o se la posizione originale è detenuta per 60 giorni dopo la chiusura della posizione di compensazione, non verrà generata alcuna imposta sul capital gain .