Tolleranza

Che cos'è "Tolleranza"

La tolleranza è un rinvio temporaneo dei pagamenti ipotecari. Tolleranza è una forma di rimborso concesso dal creditore o dal creditore in sostituzione di forzare una proprietà in esclusione. I proprietari di prestiti e gli assicuratori di prestiti possono essere disposti a negoziare le opzioni di tenuta, perché le perdite generate dalla proprietà preclusione in genere cadono su di essi.

RIPRISTINO 'Tolleranza'

Tolleranza fornisce il tempo del mutuatario per rimborsare somme ipotecarie delinquenti. Questo è vantaggioso per il mutuatario in difficoltà, e l'offerta di tolleranza beneficia il proprietario del prestito, che spesso perde soldi su un preclusione dopo aver pagato le tasse associate al processo. D'altra parte, i prestatori di prestiti, che raccolgono i pagamenti ma non possiedono i prestiti, potrebbero essere meno disposti a lavorare con i mutuatari in termini di sollievo di sofferenza perché non portano altrettanto rischio finanziario.

Termini di Responsabilità

I termini di un accordo di tolleranza sono negoziati tra il mutuatario e il mutuante. L'opportunità di un tale accordo dipende dalla probabilità che il mutuatario potrà riprendere i rimborsi mensili di mutui dopo la fine della temporanea temporanea. Inoltre, il creditore può approvare una riduzione completa o solo parziale del pagamento del mutuatario a seconda della portata del bisogno del mutuatario e della fiducia del prestatore nella capacità del mutuatario di recuperare in una data successiva.

In alcuni casi, il mutuante concede al mutuatario una completa moratoria per effettuare pagamenti ipotecari per il periodo di tollerabilità. Altre volte, il mutuatario è tenuto a pagare interessi ma non pagare il capitale o il mutuatario paga solo una parte dell'interesse con la parte non pagata con conseguente ammortamento negativo. Un'altra opzione di tolleranza è per il prestatore a ridurre temporaneamente il tasso di interesse del mutuatario.

Ricevere la tolleranza

Essere assegnati la prudenza su un'ipoteca richiede di contattare il prestatore, spiegare la situazione e ricevere l'approvazione. I mutuatari con una storia di effettuare pagamenti in tempo sono più probabilità di essere concessa questa opzione. Il mutuatario deve inoltre dimostrare la causa del rinvio del rimborso, come le difficoltà finanziarie associate a una grave malattia o la perdita di un posto di lavoro.

Ad esempio, un mutuatario che ha lavorato lo stesso lavoro per dieci anni e non ha mai perso un pagamento ipotecario in quel periodo è un buon candidato a ricevere la tolleranza dopo un licenziamento, in particolare se il mutuatario ha competenze in-demand e probabilmente atterrerà un lavoro comparabile entro settimane o mesi. Al contrario, un prestatore è meno probabile di concedere la riservatezza a un debitore privo di licenza con una storia di lavoro spotty o un track record di pagamenti mutui mancanti.