Regolamento B

Qual è il regolamento B

Il regolamento B è un regolamento inteso a impedire la discriminazione dei richiedenti in qualsiasi aspetto di un'operazione di credito. Il Regolamento B descrive le regole che i creditori devono aderire al momento dell'ottenimento e dell'elaborazione delle informazioni sul credito. I creditori sono vietati dalla discriminazione in base all'età, al sesso, all'etnia, alla nazionalità o allo stato civile.

RIPRISTINAMENTO 'Regolamento B'

Tutti i finanziatori sono tenuti a rispettare il regolamento B quando estendono i crediti ai mutuatari. Il Regolamento B attua l'Equal Credit Opportunity Act (ECOA) che è regolamentato e applicato dall'Ufficio per la protezione dei consumatori finanziari (CFPB). L'ECOA è stato attuato per assicurare che le istituzioni finanziarie e le imprese che si occupano dell'estensione del credito rendano ugualmente accessibile il credito a tutti i clienti di credito. Ciò significa che qualsiasi funzione che non deve essere con il credito al consumo non può essere utilizzata per valutare se un cliente viene approvato per un prestito. Il regolamento B copre le azioni di un creditore prima, durante e dopo un'operazione di credito. La CFPB elenca le transazioni di credito e gli aspetti delle operazioni di credito per includere il credito al consumo; credito d'affari; mutuo; credito aperto; rifinanziamento; richieste di credito; obbligo di informazione; standard di merito creditizio; procedure d'indagine; e la revoca o la cessazione del credito.

Per quanto riguarda le transazioni di credito, un creditore non può discriminare:

  1. Sulla base della razza, dello stato civile, della nazionalità, del sesso, dell'età o della religione del richiedente
  2. è derivato da un programma di assistenza pubblica
  3. Un richiedente che, in buona fede, ha esercitato i suoi diritti ai sensi della legge sulla protezione dei consumatori

Ai sensi del regolamento B, mentre un prestatore non può richiedere informazioni sul sesso, , il colore, ecc., ci sono determinati momenti in cui tali informazioni possono essere raccolte dal richiedente. Ad esempio, un richiedente che mette la sua casa come garanzia avrà tali informazioni raccolte da lui per controllare la conformità. Inoltre, l'età del richiedente può essere richiesta se sembra che non abbia la capacità di stipulare contratti. Il numero di bambini, le loro età e gli obblighi finanziari del mutuatario relativi ai bambini sono informazioni che possono essere raccolte dai creditori. Lo stato civile è anche obbligatorio se il richiedente risiede in uno stato di proprietà della comunità.

Il coniuge potrà richiedere informazioni solo da un coniuge della richiedente prestito se:

Il coniuge sarà autorizzato a utilizzare l'account

  1. Il coniuge sarà contrattualmente responsabile account;
  2. Il richiedente si basa sul reddito del coniuge come base per il rimborso del credito richiesto;
  3. Il richiedente risiede in uno stato di proprietà comunitario o si affida a proprietà situate in tale stato come base per il rimborso del credito richiesto; o
  4. Il richiedente si basa su alimenti, aiuti per bambini o pagamenti separati di manutenzione da un coniuge o ex coniugi, come base per il rimborso del credito richiesto.
  5. Il regolamento B prevede che i creditori forniscano una notifica orale o scritta di rigetto ai candidati falliti entro 30 giorni dalla ricezione della loro domanda compilata. L'avviso deve spiegare perché il richiedente è stato rifiutato o altrimenti fornire istruzioni su come il richiedente può richiedere tali informazioni. I coniugi di candidati sposati che sono respinti hanno anche lo stesso diritto a queste informazioni. Le informazioni fornite a un richiedente per il motivo per cui è stato rifiutato lo aiuteranno a compiere passi costruttivi per costruire il suo merito ad un livello accettabile o per correggere le informazioni erronee utilizzate dal creditore nella valutazione del merito creditizio del richiedente.

I creditori che non rispettano il regolamento B saranno ritenuti responsabili di danni punitivi fino a $ 10.000 in singole azioni. Per le azioni di classe, il creditore potrebbe essere concesso una penalità di meno di $ 500, 000 o 1% del patrimonio netto del creditore.