Reinstatement Clause

DEFINIZIONE della "clausola di reintegrazione"

Una clausola di polizza assicurativa che stabilisce quando i termini di copertura vengono ripristinati dopo che i file assicurati presentano una richiesta. Le clausole di reinstallazione in genere non reimpostano un limite di copertura della politica, ma consentono che la politica riprenda la copertura per i reclami futuri.

RIPARTIRE Clausola di reintegrazione

Gli individui e le imprese acquistano politiche di assicurazione per coprire se stessi da danni o perdite causate da pericoli specifici, quali incendi e inondazioni. La copertura viene attivata quando si verifica il pericolo di assicurazione contro il quale, all'epoca, l'assicurato può presentare una richiesta di ricevere denaro per coprire i danni. L'importo che l'assicurato può recuperare dall'assicuratore è fissato ad un importo massimo, chiamato limite di copertura. Questo limite può essere impostato su un per ogni occorrenza, per base di rischio o base di perdita aggregata.

Le compagnie di assicurazione che stanno ancora elaborando una richiesta possono voler limitare qualsiasi ulteriore copertura per un pericolo assicurato fino a quando non verrà pagata la richiesta. Per essere coperti da pericoli futuri, mentre una richiesta esistente è ancora attiva, l'assicurato dovrebbe assicurarsi che la politica sia ripristinata e la copertura rinnovata. Ciò avviene tramite una clausola di reintegrazione.

Le clausole di reinstallazione indicano il punto in cui la copertura viene riavviata. Il riavvio può essere attivato da un reclamo da presentare o da un reclamo versato dall'assicuratore. Inoltre, la clausola indicherà se il limite di copertura viene reimpostato (in contratti di evento) o se si applica lo stesso limite (in contratti di perdita complessiva).

Ad esempio, un'impresa acquista una politica di assicurazione sulla proprietà. L'attività opera in una zona che occasionalmente ha inondazioni, ma la frequenza delle inondazioni è tipicamente bassa. Nel corso dell'estate l'area riceve più pioggia di quanto previsto, e l'attività è danneggiata dalle ondate d'acqua. Dopo che la ditta ha presentato un reclamo per questo danno - ma prima che fosse risolta la richiesta - un'altra tempesta attraversò la zona e causò danni supplementari. Poiché la politica aveva una clausola di reintegrazione che ripristina la copertura dopo la presentazione della prima domanda, il contraente era in grado di fare una richiesta successiva a seguito di questa seconda inondazione separata.