Rapporto fiscale / PIL

Condividi video // www. Investopedia. com / termini / t / fiscale e PIL-ratio. asp

Qual è il rapporto "Tax-to-GDP"

Il rapporto fra tasse e PIL è il rapporto tra le imposte raccolte rispetto al prodotto interno lordo nazionale (PIL). Alcuni paesi intendono aumentare il rapporto tra il tasso e il PIL per una certa percentuale per affrontare le carenze nei loro bilanci. Negli Stati in cui le entrate fiscali sono aumentate in modo significativo rispetto al PIL, i responsabili politici possono decidere di aumentare la percentuale delle entrate fiscali che applicano verso il debito estero o altri programmi.

RIPARTIRE LA RISULTATO DEL TASSO AL PILOTO

Alcuni paesi hanno un elevato rapporto fra il tasso e il PIL; La Svezia, ad esempio, aveva un rapporto fiscale / PIL del 35% a partire dal 2014. L'Estonia, invece, aveva un rapporto di tasso fra l'1% e il 1% molto basso nel 2014. A partire dal 2014, il PIL è stato del 11,7%.

Quando i ricavi fiscali crescono ad un tasso più lento del PIL di un paese, il rapporto fra il tasso e il PIL scende; quando le entrate fiscali crescono più velocemente del PIL, il rapporto aumenta. Ad esempio, se un paese ha un PIL di 10 trilioni di dollari e un reddito fiscale di 2 trilioni di dollari, il suo rapporto fiscale / PIL è del 20%. Se il suo PIL aumenta a $ 15 trilioni e il suo reddito fiscale salta a $ 3 trilioni, mantiene il suo rapporto del 20%. Al contrario, se il PIL aumenta a $ 18 trilioni e le tasse solo aumentano a $ 3 trilioni, il rapporto cade al 16,7% e, viceversa, se le entrate fiscali salgono a $ 4 trilioni e il PIL a 12 trilioni di dollari, il rapporto cresce a 33,3%.

Cosa significa il rapporto fiscale / PIL?

Il rapporto fiscale / PIL fornisce ai responsabili politici e agli analisti una metrica che possono utilizzare per confrontare le entrate fiscali di anno in anno. Nella maggior parte dei casi, poiché le imposte sono legate all'attività economica, il rapporto dovrebbe restare relativamente coerente. In sostanza, mentre il PIL cresce, anche le entrate fiscali dovrebbero crescere.

Tuttavia, in caso di grandi cambiamenti nel diritto tributario o durante gravi ripercussioni economiche, il rapporto può spostarsi, talvolta drammaticamente. Ad esempio, nel 2000, il tasso tra il tasso fiscale e il PIL dell'Australia è salito a un record di 24,2%, ma durante la crisi finanziaria globale il rapporto è sceso al 3,7%. L'Australia ha applicato molti tagli fiscali durante quel periodo, ulteriormente deprimendo il rapporto.

Durante le crisi economiche, i redditi fiscali sono tipici, perché i consumatori guadagnano meno e spendono meno, pagando meno le imposte sui beni immobili e le tasse sui consumi. Inoltre, le tasse di proprietà diminuiscono in quanto i valori delle proprietà diminuiscono. Tuttavia, le entrate fiscali tendono ad abbassarsi ad un tasso più rapido del PIL, spingendo il rapporto verso il basso.

Cosa sono le entrate fiscali?

Le entrate fiscali sono costituite da tutti i pagamenti obbligatori verso il governo centrale.Nel calcolo del rapporto fiscale / PIL, gli analisti escludono i pagamenti in materia di previdenza sociale, multe e sanzioni. Sono incluse le imposte sul patrimonio immobiliare, le vendite, le retribuzioni e le imposte sul reddito, mentre le eccedenze di biglietteria e altre sanzioni civili sono escluse. Sono inclusi anche i dazi e le tasse pagati dagli utenti di beni e servizi.

Che cosa è il PIL?

Il prodotto interno lordo è il valore totale delle merci e dei servizi prodotti da un'economia nazionale, meno il valore delle merci e dei servizi utilizzati nella produzione. Il PIL comprende la spesa per consumi, la spesa pubblica, gli investimenti e le esportazioni nette (esportazioni meno le importazioni).