Non riusciti Tipi di commercianti di azioni

Il fallimento finanziario e le storie di commercianti non riusciti connessi con il trading di azioni sono abbastanza comuni. Le scorte di negoziazione con una redditività coerente sono un'occupazione più difficile, con un tasso di fallimento stimato di almeno il 90% se si tratta di investimenti a breve termine, come il trading di giorni.

Ci sono molti motivi per cui questo tasso di fallimento è così elevato, come ad esempio:

  • La maggior parte dei nuovi operatori inizia con troppo poco capitale e l'aspettativa di poter pagare le bollette con i loro profitti commerciali non è rispettata.
  • Molti commercianti, in particolare nuovi operatori, iniziano senza un piano o strategia coerente per il commercio.
  • L'imprevedibilità dei mercati, soprattutto nel breve periodo.
  • Il gran numero di truffe aziendali e finanziarie e di frode tra le società quotate.
  • Campagne pubblicitarie fortemente controllate e campagne pubblicitarie aggressive legate alle strategie di negoziazione, brokeraggio e raccolta di magazzino.
  • pubblicazioni generalmente non regolamentate che sono inesatte a volte così come corsi poco condotti che non sono credibili in molti casi partecipati da commercianti che sperano di ricchi di trading sui mercati.
  • Permettere una diffusa promozione di metodi di trading non precisi e non dimostrati per titoli, obbligazioni, merci o forex.
Ma in ogni situazione esiste l'opposto, e questo è vero per quanto riguarda i commercianti. Contrariamente ai commercianti di successo che commerciano con la necessaria moderazione, ci sono quelli che si scambiano eccessivamente senza rendersi conto che stanno firmando per certe perdite .... i loro soldi scompaiono nel buio, blu, là.

Over-traders

Il trading è l'eccessivo acquisto e vendita di titoli da parte di un investitore al fine di aumentare la probabilità dei mestieri di successo. È un'aggezza difficile da diagnosticare e un modo molto divertente per entrare nel Capitolo 11.

Molti commercianti lo riconoscono facilmente negli altri, ma non in se stessi. La negoziazione è un problema psicologico che consuma profitti e distrugge il capitale commerciale.

Due tipi di over-traders

:

Tipo I: Over-traders tecnici

I commercianti in scambio giustificano le loro azioni dalle tecniche di questo settore. Molti di loro trovano alcune tecniche che lavorano a loro vantaggio. Quindi fanno posizioni pre-determinate e cercano alcuni indicatori per confermare le loro scelte.

Tipi II: Over-traders impulsivi

I commercianti che utilizzano dati non statistici o non matematici spesso si basano sulle opinioni di altre persone, sulle notizie, sulle loro osservazioni personali e sui suggerimenti da parte dei cosiddetti esperti o guru. Il problema di questi è che non possono compensare dati quantificabili e che il sovrattatore discrezionale trova difficoltà a rimanere messi a causa di loro. Non possono resistere all'inattività e quindi devono soddisfare la loro obbligazione al commercio. La mancanza di valutazione di indicatori sufficienti e di sufficiente conoscenza tecnica è spesso la caduta di un commerciante.

Le perdite al centro del caso JPMorgan derivano da scommesse estinte fatte dai commercianti presso l'ufficio principale di investimento della banca a Londra. I commercianti utilizzavano derivati ​​- contratti finanziari complessi il cui valore è tipicamente legato ad un'attività come le obbligazioni societarie - per scommettere sulla salute di altre grandi società. I commerci sono diventati acidi, sconvolgendo perdite ripide per la banca.

La negoziazione è evitata quando i commercianti accettano che le ricompense significative scorrano da lavoro che non comporta lunghe ore, stress o sudore. Devono apprezzare in modo adeguato il loro contributo intellettuale e analitico al processo di negoziazione e accettare i loro premi in misura commisurata. Devono capire che nessun lavoro supplementare è necessario per giustificare il loro reddito.

Commercianti con informazioni peculiari

agiscono in ritardo e poi perdono perché tendono ad acquistare quando i prezzi sono già alti e vendono quando i prezzi sono già bassi.